Sito Ufficiale    Battaglie      Forum      Liguria Indipendente    Archivio Notizie   Registrati   Login

Cerca



Video della prima lezione del corso di genovese

Il 7 marzo è finalmente iniziato il corso di genovese promosso dalle associazioni "A compagna" e ARGe presentiamo qui il video della prima lezione. Buon ascolto!

Domani 7 marzo inizia il corso di genovese!

Giovedì 7 marzo 2013 alle ore 21.00 presso il Centro Prana Yoga di via Fiasella 4/4 (1° piano, traversa di via XX Settembre), la sezione giovanile de A Compagna organizza la presentazione del corso di genovese a partecipazione gratuita: “Incontri genovesi”. Sarà presente il presidente de A Compagna, prof. Franco Bampi. Gli altri incontri avranno cadenza settimanale: sempre il giovedì, dalle 21.00 alle 23.00. Destinatari dell’iniziativa, totalmente gratuita, sono davvero tutti: giovani o meno, italiani o stranieri; ciascuno è invitato a divertirsi, approfittandone per imparare qualcosa del ricco patrimonio linguistico genovese e ligure.

Slogan del corso è «Zeneize: ’na lengoa pe zoeni» (Genovese: una lingua per giovani). Il primo giovane sarà proprio il “maestro”, Stefano Lusito. Vent’anni, studente universitario in Lingue Straniere e socio consultore de A Compagna, coltiva una grande passione per Genova, la sua lingua e la sua storia. «Non sarà un corso tradizionale – spiega – daremo precedenza alla conversazione e saranno gli stessi partecipanti a decidere come proseguire, secondo le loro preferenze». Non ci sarà da studiare, quindi. E, soprattutto, nessuna paura di mostrarsi inesperti. «Più si sbaglia, meglio è – sorride Stefano – in tal modo avremo l’opportunità di correggerci a vicenda e di imparare insieme». I promotori sono membri del CLiSCET, acronimo di Conpàgna Lìgure Sarvagoàrdia Coltûa E Tradiçioìn (“Compagna Ligure Salvaguadia Cultura E Tradizioni”), la sezione giovanile di A Compagna e dell'ARGe Associazione Repubblica di Genova.

 Il genovese – o meglio, il ligure – è una lingua a tutti gli effetti, riconosciuta dall’UNESCO e perciò tutelata da apposite convenzioni internazionali, che lo stato italiano non ha ancora ratificato. Fa parte del patrimonio storico e culturale di Genova: è la lingua madre dei grandi uomini dell’antica Repubblica (si pensi ad Andrea Doria) e di molti personaggi del Risorgimento (Mazzini, Bixio, Mameli), senza contare la poesia di De André e i sette secoli di letteratura che lo hanno preceduto. Antica voce del Mediterraneo, crocevia dei popoli, può fungere da valido mezzo d’integrazione, oggi come allora: ad esempio, sono decine i termini d’importazione araba presenti nel genovese.

Particolare riguardo sarà dato alle scuole: i promotori cercheranno di stimolare le insegnanti delle primarie a frequentare gli incontri. «La lingua locale – affermano – si può inserire con successo in molti progetti didattici. La storia, l’ambiente, il territorio, la letteratura e i canti popolari: è davvero multidisciplinare. Inoltre coinvolge facilmente ragazzi di qualunque provenienza geografica, com’è sempre stato nella nostra città, multiculturale e cosmopolita». Il corso sarà gratuito – «a reale misura di genovese» –, ma i partecipanti sono liberi di lasciare un’offerta per aiutare gli organizzatori a coprire le spese affrontate.

 

Per iscriversi e chiedere chiarimenti: corsodigenovese@gmail.com

Chi parla genovese passa alla storia!

Inizia il corso di genovese promosso da Arge e A Compagna


Il genovese è una lingua dal fascino strabiliante: un idioma adatto ai nostri tempi, forte di una tradizione letteraria solidissima e dai molteplici risvolti.
Chiunque, in questo corso, potrà imparare, divertendosi, ad utilizzare la lingua che è stata strumento di un valente popolo per secoli, utilizzata dall'Ammiraglio Andrea Doria all'intrepido G. B. Perasso, detto "Balilla".
Gli incontri, una sera la settimana, consisteranno in piacevoli conversazioni con i presenti, inframezzate da "pillole" di grammatica, fonetica e storia della lingua.
Il corso sarà guidato dal giovane Stefano Lusito, esperto ed appassionato di lingua ligure, già curatore, insieme al prof. Franco Bampi, del "Moderno dizionario rapido genovese-italiano italiano-genovese", edito nel 2011.

Le lezioni inizieranno giovedì 7 marzo 2013. L'orario sarà h. 21.00-23.00 e sarà ospitato dal Centro Prana Yoga Genova presso via Fiasella 4/4 1° piano (zona Brignole).


Per informazioni mandare una mail a corsodigenovese@gmail.com

Sito del corso: corsodigenovese.altervista.org

 

Nuovo corso di lingua genovese!

ARGE (Associazione Repubblica di Genova) è lieta di presentare:

 

ZENÉIZE: 'NA LENGOA PE ZOENI


(GENOVESE: UNA LINGUA PER GIOVANI)

 

Il genovese è una lingua dal fascino strabiliante: un idioma adatto ai nostri tempi, forte di una tradizione letteraria solidissima e dai molteplici risvolti.
Chiunque, in questo corso, potrà imparare, divertendosi, ad utilizzare la lingua che è stata strumento di un valente popolo per secoli, utilizzata dall'Ammiraglio Andrea Doria all'intrepido G.B. Perasso, detto "Balilla".


Gli incontri, una/due sere la settimana, saranno guidati dal giovane Stefano Lusito e consisteranno in piacevoli conversazioni con i presenti, inframezzate da "pillole" di grammatica, fonetica e storia della lingua.
Il docente del corso, nonostante la giovane età, è esperto ed appassionato di lingua ligure, ed è stato, insieme al Prof. Franco Bampi, curatore del "Moderno dizionario rapido genovese-italiano italiano-genovese", edito nel 2011.

Per maggiori informazioni visitate il sito del corso: http://corsodigenovese.altervista.org/

La grafîa ofiçiâ de l'Académia Ligùstica do Brénno

La grafia ufficiale dell'Accademia Ligustica do Brenno si propone di dare una regola di scrittura del genovese che sia coerente, ovvero a ogni simbolo corrisponde sempre lo stesso suono. Questo è di gran aiuto per chi non sa scrivere il genovese o per chi non lo conosce proprio. La grafia ufficiale non si vuole imporre a nessuno, ma qualora se ne ricosca il valore sarebbe bello che fosse utilizzata da tutti. I principi generali della grafia ufficiale sono:

1. Bisogna fare in modo che ci sia una corrispodenza unica fra suoni-lettere e lettere-suoni, quindi:

a) Se due parole si pronunciano alla stessa maniera allora si scrivono nella stessa maniera
b) Maggiore importanza nel riprodurre il suono rispetto a seguire l'etimologia
c) Non si da importanza al paradigma tema-desinenza

2. La grafia ufficiale deve essere il più vicino possibile a quella tradizionale usata dal Piaggio, dal Casazza e dai nostri poeti.

3. Di ogni parola si deve conoscere come mettere tutti gli accenti salvo poi lasciare alla buona volontà di metterli tutti

4. Tutte le parole devono potersi scrivere con il computer senza troppe difficoltà.

Le vocali in grafia ufficiale

La più grossa difficoltà si ha nella pronuncia della lettera "o" perché rende sia il suono della "o" e della "u" italiana. Per aiutare c'è una semplice regola: o, ó, ô hanno il suono della "u italiana" mentre ò, ö hanno il suono della "o italiana".

Invece la u e û hanno il suono della "u francese". Ricordate che invece il diagramma "eu" si pronuncia come in francese.

Altro simbolo "strano" è la æ che è semplicemente una e aperta e lunga.

Attenzione gli accenti  ^ (che troviamo in â,ê,î,ô,û) e ¨ (che troviamo in ö) denotano semplicemente che la vocale è lunga.

Le consonanti in grafia ufficiale

La pronuncia delle consonanti è più simile all'italiano, ricordate però che la "s" e la "ç" hanno la medesima pronuncia: quella della s sorda come in italiano "Sano", mentre la "z" si pronuncia sempre come s sonora come in italiano "rosa". Da notare che il suono della z italiana, come in zabaione, in genovese non esiste. Ricordo ancora che la "x" si pronuncia come la j francese.

 

Approfondimenti: 1) il sito della grafia ufficiale 2)Riassunto della grafia sul sito di Firefox in genovese

Informazioni aggiuntive