Sito Ufficiale    Battaglie      Forum      Liguria Indipendente    Archivio Notizie   Registrati   Login

Cerca



I vantaggi dell'indipendenza

Il fatto di essere uno stato indipendente potrà dare alla Liguria il potere decisionale per risolvere i problemi e sfruttare al meglio le enormi possibilità che la nostra terra ci offre. Sarà possibile costruire una nazione forte e un futuro migliore per tutti noi.


Ma cosa significa Indipendenza?

Indipendenza significa rendere più efficiente la Liguria, avremo la capacità di prendere decisioni al pari degli altri paesi anche nell’ottica di una Europa unita. La Liguria Indipendente all’interno della futura Europa avrà più possibilità di far valere i propri diritti e la propria cultura.
I governi italiani hanno sempre trascurato la Liguria, pretendendo solo il pagamento dei tributi. Ad esempio secondo uno studio dell’Università Bocconi i porti liguri generano ogni anno circa 4 miliardi di euro di tasse, ma non solo, sempre secondo questo studio con un adeguamento delle infrastrutture sarebbe possibile un raddoppio dei traffici portuali con l’evidente conseguenza che questa cifra potrebbe raddoppiare.

A oggi i traffici portuali significano solo inquinamento e traffico per i cittadini liguri, ma in una Liguria indipendente le tasse invece di andare a Roma rimarrebbero sul territorio a finanziare politiche a favore dei cittadini, una migliore sanità pubblica, la messa in sicurezza dei torrenti, città più moderne e con servizi adeguati, adozione di politiche per le energie rinnovabili(sole, mare, vento) con la creazione di nuovi posti di lavoro qualificati e ben retribuiti, maggiore assistenza per l’infanzia. La Liguria deve diventare la capitale mondiale della qualità della vita!

Tuttavia esiste una propaganda anti-ligure la quale più o meno dice che una Liguria indipendente non avrebbe i mezzi economici sufficienti, non considerando che l’economia ligure è prettamente mercantile, a smentire ciò ecco cosa dicono i dati del conto riassuntivo del Ministero del Tesoro (2007):

ENTRATE FISCALI DALLE REGIONI IN EURO

1

Lazio*

225.970.037.093

2

Lombardia

5.318.971.786

3

Liguria

3.369.194.071

4

Piemonte

3.292.481.293

5

Toscana

2.288.850.069

6

Veneto

2.156.771.344

7

Campania

1.990.181.811

8

Emilia Romagna

1.693.194.377

9

Sicilia

1.565.673.165

10

Puglia

1.253.272.864

11

Abruzzo

1.202.424.660

12

Friuli Venezia Giulia

865.276.480

13

Sardegna

824.903.964

14

Marche

714.806.918

15

Calabria

460.544.385

16

Trentino Alto Adige

271.809.479

17

Umbria

246.327.814

18

Basilicata

142.258.028

19

Molise

84.866.473

20

Val d'Aosta

45.832.885

*le entrate fiscali del Lazio sono così alte perché i dati considerano i luoghi geografici di incasso e alla Tesoreria centrale di Roma confluiscono le ritenute previdenziali ed erariali


Escludendo il Lazio che ha un dato falsato, a causa del fatto che a Roma confluiscono tutte le ritenute previdenziali ed erariali, la Liguria è la SECONDA regione italiana dietro solo alla Lombardia per entrate fiscali. Pensate solo alla differenza di popolazione e superficie fra Lombardia e Liguria e vi sarà chiaro che una volta indipendenti potremmo diventare una delle comunità più sviluppate del mondo.
Suggeriamo per chi avesse ancora qualche dubbio di leggere questo articolo apparso su "La Repubblica".

Altre informazioni sono reperibili qui: http://www.mil2002.org/battaglie/tasse.htm

L’indipendenza della Liguria ci permetterà di svincolarci dalla “logica italiana” del furbetto e della corruzione e creare una nuova classe dirigente espressione dei cittadini e dei valori che il popolo ligure ha espresso durante la sua lunga storia di indipendenza lunga oltre 700 anni (la Repubblica di Genova).

Indipendenza significa fare della Liguria un luogo migliore dove vivere, attento all’ambiente, dove è possibile lavorare e creare un futuro migliore per tutti.


Rapporti fra Liguria/Italia alla pari!

L’indipendenza comporterà un forte e nuovo rapporto tra la Liguria, l’Italia e la Comunità Europea. Questo significa che nel giorno dell’indipendenza non avremmo più Roma come capitale, ma l’euro continuerà a essere la nostra moneta e si potrà ancora andare in vacanza in Calabria o in Piemonte o in qualsiasi altra regione europea.

Potremmo veramente decidere il futuro della Liguria, cosa che oggi con l’attuale ordinamento è del tutto impossibile. Essere indipendenti non significherà chiuderci al mondo ma essere più aperti pur mantenendo la nostra identità, il che significa conoscere bene l’inglese, l’italiano ma anche il ligure nella variante usata nella propria comunità (come genovese, savonese, ventimigliese o spezzino).


Cosa si prefigge il MIL?

Il MIL crede nella Liguria e nel popolo ligure, abbiamo totale fiducia sulla capacità della nostra terra di avere successo una volta che sarà indipendente, in questo contesto i liguri ritrovata la loro identità e dignità, si riprenderanno tutte le responsabilità e conseguenze con la formazione di una nuova classe dirigente, politica ed economica all’altezza dei nuovi compiti.

La Liguria indipendente che sogniamo sarà democratica, contro ogni tipo di tirannia e guerra, solidale verso le persone più deboli, tutelerà l’infanzia e metterà il lavoro al centro. Sarà ai primi posti nella tutela dell’ambiente, nell’uso delle energie rinnovabili e del risparmio energetico, manterrà assoluta separazione fra potere civile e Chiesa rimanendo tollerante verso tutte le religioni e lottando contro ogni fondamentalismo.

Avrà una forma istituzionale repubblicana e federalista su modello svizzero il che permetterà di valorizzare e tutelare le peculiarità di ogni città/comunità presente in Liguria.

In questa Liguria ci sarà sempre e comunque un controllo “a posteriori” dell'operato della classe dirigente.

Approfondimenti:

I diritti inalienabili della liguria

I 10 valori della civiltà ligure

 


You have no rights to post comments

Informazioni aggiuntive